SCHEDA SUL FINANZIAMENTO DELLA SANITA’ IN ITALIA

Ocse. Quanto spendiamo per la sanità? In Italia 3.272 dollari a testa: tre volte meno che in Usa

Pubblicato dall’Ocse un grafico sul trend di spesa 2015 per la sanità per ogni residente. In media la spesa pro capite è di 3.814 dollari. Una soglia che l’Italia non riesce a raggiungere con la sua spesa media di 3.272 dollari (di cui 3/4 di spesa pubblica). Numero che ci colloca al 20° posto tra gli stati membri. Dopo tutti i principali Paesi Ue e del G7.

A guidare la classifica nel 2015, sono sempre gli Stati Uniti che spendono l’equivalente di 9541 dollari per ogni residente negli Stati Uniti (valori ponderati per parità di potere d’acquisto – PPP). Un livello di spesa sanitaria che è due volte e mezzo la media di tutti i paesi OCSE (3814 dollari) e circa due volte più elevato come in alcuni altri paesi del G7, tra cui la Germania (5267$), il Canada (4608$) e la Francia (4407$).

A spendere di meno sono Messico (1052$) e Turchia (1064$), con livelli di meno di un terzo della media OCSE.

Attualmente in Italia quali le decisioni e previsioni?

Legge di Bilancio 2017

L’aumento reale del Fabbisogno Sanitario Nazionale (FSN) è inferiore a quello previsto.

In Legge di Bilancio l’aumento nel 2017 rispetto al 2016 formalmente c’è (due miliardi), ma almeno 1,8 mld è vincolato a coprire nuove spese (compreso il rinnovo dei Contratti di Lavoro).

Nel 2018 invece a sorpresa l’aumento è dimezzato rispetto alle vigenti norme. Inoltre sono possibili nuovi tagli (480 milioni all’anno). I tagli alla spesa regionale decisi fino al 2019 con le precedenti leggi di stabilità sono estesi al 2020, con effetti anche per il FSN.

Dettaglio previsioni della Legge di Bilancio:

  •     FSN anno 2017: 113 miliardi (di cui oltre 1,8 miliardo vincolatoa farmaci innovativi (es. Epatite C) e oncologici, a Piano Vaccini, assunzioni e rinnovo CCNL).
  •     FSN anno 2018: 114 miliardi(di cui oltre 1,8 vincolato come sopra) anziché 115 miliardi previsti dalle Intese Stato Regioni 11.2.2016 e 7.9.2016 sui nuovi Lea.
  •    Nuovi tagli FSN: le singole Regioni devono stipulare accordi con lo Stato per conseguire risparmi sulle spese e regionali (anche sulla spesa sanitaria) altrimenti sono previsti ulteriori tagli lineari al FSN secondo le cifre indicate nellIntesa Stato Regioni 11.2.2016(480 milioni all’anno).

[Fonte: elaborazioni da Quotidiano Sanità e SOS Sanità, 2017]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...